Che l'amore sia tutto, è tutto ciò che sappiamo dell'amore (Emily Dickinson).



mercoledì 4 maggio 2011

Mistakes

Tutti noi abbiamo fatto cose stupide. O almeno, a meno che voi siate delle macchine o degli automa o in alternativa siate poco obiettivi con voi stessi, avrete sicuramente fatto qualcosa di cui non siete particolarmente fieri oggi.
Scrivo questo post perchè ho ritrovato in uno dei libri di università un biglietto da me scritto tre anni fa circa.. Sì, ogni tanto ho l'abitudine di scrivere su foglietti volanti e lasciarli dentro ai libri su cui sto studiando in quel momento. E' come se lasciassi dei messaggi per me stessa, per farmi ripensare a qualche momento passato. Come se già non pensassi abbastanza.
Ebbene, su questo foglietto avevo scritto una serie di cose che avevo fatto in quel periodo e di cui non ero contenta. Il fine era di non commettere un'altra volta gli stessi errori, piccoli o grandi che fossero.
Riporto qui il testo, con la speranza che a qualcuno possa essere utile come lo è stato per me, anche se qualche errore continuo ancora a commetterlo ovviamente :)
" Ho ascoltato canzoni che con la musica avevano poco a che fare. Mi sono fatta piacere melodie che normalmente non mi avrebbero detto nulla.
Ho riso a battute che non facevano ridere.
Ho cambiato i miei itinerari in macchina.
Ho attribuito molta importanza a parole che in realtà erano vuote.
Ho dato una patente d'intelligenza a chi proprio non ha dimostrato di averne neanche un po'.
Sono stata zitta, quando in realtà avrei voluto urlare.
Ho collegato canzoni bellissime a situazioni che non se lo sarebbero meritato.
Ho visto la mano del destino, quando poi magari il destino neanche esiste.
Ho condizionato il mio modo di vestire in base ad altro, invece di pensare a piacere a me stessa in primis"

10 commenti:

f ha detto...

Facciamo cose stupide in certi momenti, pensiamo siano giuste, facciamo cose che sembrano sensate e poi ci accorgiamo che sono stupide. E' la passione che ci inganna in quei momenti, ma se non è forzata ed è sincera forse è giusto l'accadere degli eventi e il risveglio delle prese di coscienza. Sembra scontato ma in realtà mai niente lo è.
Il bigliettino come promemoria nascosto dentro i nostri oggetti mi piace, ci proverò. Se non c'è un qualcuno che ti ricorda le cose con un pugno sullo stomaco è utile che quel pugno te lo dai da solo a futura memoria quando meno te lo aspetti.
Ciao, sono fabri

f ha detto...

Facciamo cose stupide in certi momenti, pensiamo siano giuste, facciamo cose che sembrano sensate e poi ci accorgiamo che sono stupide. E' la passione che ci inganna in quei momenti, ma se non è forzata ed è sincera forse è giusto l'accadere degli eventi e il risveglio delle prese di coscienza. Sembra scontato ma in realtà mai niente lo è.
Il bigliettino come promemoria nascosto dentro i nostri oggetti mi piace, ci proverò. Se non c'è un qualcuno che ti ricorda le cose con un pugno sullo stomaco è utile che quel pugno te lo dai da solo a futura memoria quando meno te lo aspetti.
Ciao, sono fabri

Ilaria ha detto...

Hai colto nel segno! Credo che in quei momenti qualcos'altro (il cuore? non solo so..) abbia il sopravvento sulla nostra ragione..
Per la mia esperienza posso dire che non si può contare sul pugno nello stomaco (spero metaforico) degli altri, ma è meglio contare su se stessi e trovare la forza di reagire..

margius ha detto...

I biglietti nei cassetti, nei libri, nelle scatole da scarpe sono attimi cristallizzati della vita, come le foto. Ne ho a bizzeffe. Ogni tanto ne trovo alcuni risalenti a tempi andati parecchio e mi stupisco di come alcuni pensieri dell'epoca me li ritrovo ancora oggi altri, invece, mi fanno vergognare un po'.
E' come guardarsi allo specchio e scoprirsi diverso.
Ciao.

Martino

Ilaria ha detto...

Per fortuna non sono l'unica allora :) Anche a me capita la stessa cosa, ma credo sia proprio di tutti noi. Ci portiamo alcune idee per tutta la vita e invece altre le perdiamo per strada. Mettere le cose per iscritto e prendere coscienza di questi cambiamenti è importante, altrimenti credo che si viva in una sorta di inconsapevolezza rispetto a noi stessi..

Augusto ha detto...

E' sempre confortante sapere di non essere l'unico ad aver fatto cose stupide... Sono convinto, però, che sia nella natura umana cedere all'illusione che i propri comportamenti siano sempre appropriati alle situazioni. Il bello è vivere completamente il momento, ma anche il rievocarlo leggendone gli effetti nei foglietti sbucati dai posti più impensati ha il suo fascino.
Ciao!

Marc is my God ❤ ha detto...

bel blog, sul serio..

Passa da me!

http://marcismygod.blogspot.com/

Ilaria ha detto...

Grazie davvero! Dò subito un'occhiata al tuo! Ripassa quando vuoi..

Dossi Artificiali - Official Blog ha detto...

bellissimo post

un saluto,
Francesco

Ilaria ha detto...

grazie per il complimento Francesco.. :)