Che l'amore sia tutto, è tutto ciò che sappiamo dell'amore (Emily Dickinson).



martedì 26 marzo 2013

Orazio, quanto vorrei saperti ascoltare..


Tu ne quaesieris, scire nefas, quem mihi, quem tibi
finem di dederint, Leuconoe, nec Babylonios
temptaris numeros. Ut melius, quidquid erit, pati,
seu plures hiemes, seu tribuit Iuppiter ultimam,
quae nunc oppositis debilitat pumicibus mare
Tyrrhenum: sapias, vina liques, et spatio brevi
spem longam reseces. Dum loquimur, fugerit invida
aetas: carpe diem, quam minimum credula postero.

Non domandarti – non è dato saperlo – a me, a te
quale sorte abbian dato gli dèi, e non chiederlo agli astri,
o Leuconoe; al meglio sopporta quel che sarà:
se molti inverni Giove ancor ti conceda
o ultimo questo che contro gli scogli fiacca le onde
del mare Tirreno. Sii saggia, mesci il vino
 – breve è la vita – rinuncia a speranze lontane. Parliamo
 e fugge il tempo geloso: carpe diem, non pensare a domani.


domenica 24 marzo 2013


Mi sento stringere il cuore. 

Quando ascolto alcuni canzoni mi capita tutte le volte, come se fosse la prima volta che le sento. Invece, sarà la millesima.

Di recente mi è successo con 1979 degli Smashing Pumpkins, canzone che mi accompagna da una vita ormai. La perfetta colonna sonora per un tragitto su un mezzo pubblico.

L'altro giorno invece è stata Autumnsong dei Manich Street Preachers,  col suo ritornello trascinante.

Oggi  ho ascoltato Mi ritorni in mente di Lucio Battisti. Questa canzone era rimasta un po' inosservata rispetto a tutte le altre che mi piacciono 
E' stato come se  la conoscessi da sempre. L'attacco iniziale è da brividi.  

Anni fa qualcuno mi disse che, invecchiando, tutte queste sensazioni evocate dalla musica sarebbero venute meno.
Io spero ancora che quel qualcuno si sia sbagliato. 

Il bello della musica è che quando ti colpisce non senti dolore - Bob Marley




giovedì 21 marzo 2013

"......e quella voglia di non lasciarla andare via che sempre ci dovrebbe essere." 

domenica 3 marzo 2013

C'è un prima e un dopo.

C'è un prima e un dopo una tanto odiata canzone che alle elementari ti tocca cantare.
C'è un prima e un dopo il primo giorno di liceo, quando sali timidamente la scalinata e ti guardi attorno spaesato.
C'è un prima e un dopo l'ultimo giorno di liceo, quando le lacrime si confondono nell'acqua dei gavettoni e lasci un pezzo del tuo cuore su quelle scale.
C'è un prima e un dopo One degli U2, come c'è per Blade Runner.
C'è un prima e un dopo risate notturne in campeggio che niente riesce a spegnere.
C'è un prima e un dopo "con l'ausilio del fischio"..

Certi eventi, alcune frasi, molte canzoni e tanti film.. te li porti dietro tutta la vita e sono degli spartiacque.
Mi mancano tutti quei prima, ma non vedo l'ora di scoprire i nuovi dopo..